a

Mi chiamo Maura Gottardo, in arte Maura Yoga, gli articoli sono dedicati alle curiosità e alle persone di valore, attraverso canali sensibili quali lo Yoga, HandPan, cavità tibetane e divertimento, Ti aspettiamo info@maurayoga.it

Yoga Point Maura Yoga

https://www.facebook.com/groups/yogapoint/?ref=group_header

Blog

Corona Virus

Dormire, un bisogno indispensabile.

Dormire, un bisogno indispensabile.

Notando un numero accrescitivo di notizie di insonnia corona virus

ed essendo un’esperta di “sonno mancato” vediamo insieme come Dormire.

Mi allungherò tra esempi e ripetizioni per fare un po’ di esercizio con i pensieri e le parole…..così da fare un po’ di fatica e per meglio Dormire ai tempi del Corona virus.

Mi slego dalle catene informatiche commerciali, perchè lo scopo 

è proprio quello di “non farsi condizionare”.

Possibilmente invece: annoiarsi forzatamente fino alla fine delle ripetizioni del testo che verificherete.

Buona lettura e grazie Anticipatamente per l’attenzione.

Sappiamo che durante il sonno il corpo si rigenera, compresa la nostra mente.

Troviamo consigli e indicazioni Imposte riguardo alle ore di sonno necessarie.

Questo ci limita la percezione del Nostro Personale Bisogno di dormire.

Perchè? Perchè Dipende. 

La nostra condotta giornaliera è un fattore determinante del nostro riposo.

Da riposati siamo più rigenerati, quindi più forti.

La semantica di riposo è “Cessazione temporanea”, Rilascio.

Conosciamo il Sistema Nervoso Autonomo, il Sistema Parasimpatico, 

come responsabile delle funzioni che generalmente sono al di fuori del controllo volontario ( sistema simpatico), per questo viene anche definito “sistema involontario”.

Cioè si occupa delle azioni inconsce dell’organismo:

umore, del sonno, dell’appetito, della motivazione e di altri importanti elementi.

Il messaggero responsabile di questi stimoli, che girovaga inosservato nel nostro organismo è il Nervo Vago, di cui il suo nome, deriva dalla parola latina vagus, che significa letteralmente “vagabondo”.

Qui troviamo il punto fondamentale di riflessione per recuperare il sonno, il riposo.

Considerando le sue funzioni troveremo la risposta al problema dell’insonnia.

Quindi rivisiteremo la nostra giornata, per cambiare le abitudini

che interferiscono con il nostro sonno, osservando questi punti:

Digestione, respirazione, battiti cardiaci, attività del cervello.

E’ sempre il Tempo per occuparsi di Noi.

Il tempo determina i risultati, come vediamo allenarsi a dormire bene.

Cambiamo le abitudini.

Si tratta di Togliere, disinnescare.

L’alimentazione, mangiare regolarmente, 

le nonne dicevano: “mattina da re, pomeriggio normale, e la sera da poveri”. 

La sera è la parte importante da gestire accuratamente tra il mangiar  leggero e il non rimanere digiuni. 

Solo provando si trova la regola per ognuno.

Personalmente utilizzo l’ascolto del “bisogno di mangiare”, anche nella quantità.

Annusare il cibo, mangiare in modo diverso, magari provare con le mani perchè in questo primordiale metodo si scoprono tante sfumature del cibo, una pre digestione, ascolto sensoriale, all’indiana, dove i sensi sono indivisibili. 

Nelle culture indiane il cibo è uno degli elementi che ci inquina… e questo porta una riflessione anche sulla qualità del cibo. 

Apprezzare il cibo, mangiare con calma. Un rito, la nutrizione. In silenzio per Ascoltare.

Essendo un argomento indivisibile dalle emozioni, 

La somma dei concetti ci riporta nella sfera emozionale.

Qui ci sono tutte le risposte per dormire.

Il sonno dipende dalla gestione dei pensieri, della nostra condotta.

Inevitabilmente ai tempi del corona virus i nostri ritmi, il nostro movimento  limitato, costretto…sono un’esperienza nuova per tutti.

Corona Virus

Il messaggio è quello di Fermarsi e ci si arriva rallentando.

Vediamola sotto un punto di vista pratico, 

per riordinare un’armadio bisogna prima svuotarlo,

ed Eliminare ciò che non serve.

Lo stesso vale per tutto ciò che ci riguarda, noi.

Soffermiamoci dunque, sulle entrate e le uscite, sull’equilibrio.

Immaginiamo per esempio come sarebbe dormire insieme… 

ad una digestione pesante, sia organica che inorganica.

Considerando il termine comune “nutrizione”,e tralasciandone il discorso materiale (cibo), rientriamo inevitabilmente nel discorso del “pensiero”. 

Si tratta di riuscire a Fermare i racconti del pensiero significa Ascoltare, e

Ascoltar è un’arte meravigliosa per molti ma utilizzata da pochi.

Spesso spaventa, perché nel silenzio emergono le nostre emozioni, e anche paure arcaiche (dna)

Per questo è dannoso utilizzare strumenti, Persone, Metodi, a casaccio, vogliamoci bene 

La nonna disse: aiutati che il ciel ti aiuta.

Riassumendo… (termine altrettanto indicativo, riassumere è ridurre è rallentare).

Selezionare i pensieri, è fondamentale, e allo stesso tempo pericoloso

perché come in tutti gli abusi degli usi, porta a rispettive conseguenze da non dare per scontate, ogni gesto ha un prezzo, un Valore sta a noi brillare o meno con le nostre Parole per esempio.

Sostituirli con distrazioni alternative.

Musica, immagini, colori, Respiro sono strumenti efficaci e facilmente verificabili.

Il Respiro è il Mezzo Universale per risolvere le tensioni.

Essendo un settore estremamente sottile e delicato 

Partiamo con una comune realtà, ci vuole una vita per “imparare a respirare”, anche il respiro ha delle ereditarietà, rientra nel modo di fare, da quello che assorbiamo.

Il problema nasce perchè non esistono metodi Universali.

Il respiro, e in particolar modo il suo ritmo,

 è influenzato da diversi stimoli, sta a noi l’impegno di considerarli, Ascoltarli, guidarli.

Premetto, per semplice questione di Responsabilità 

che gli esercizi di Respirazione definiti Pranayama, nel linguaggio dello yoga, sono una tecnica che richiede anni di sperimentazione guidati da Esperti.

Gli effetti collaterali che emergono dalla Pratica sono molto delicati, inizialmente impercettibili e pure immaginabili.

Oltre a interagire con personali emozioni, sensazioni, 

a lungo e silente termine, se utilizzati superficialmente,

si rivelano dannosi.

Yoga, e il metodo, la disciplina,  di cui il Pranayama ne è uno strumento indivisibile.

Una respirazione, quando viene forzata, alterata volutamente dal suo ritmo naturale, và a cambiare i comuni messaggi con… il nervo vago.

Improvvisare una tecnica sofisticata da soli è rischioso e lo è ancor di più in mano a improvvisati Maestri.

Per questo motivo e per altre questioni importanti  è meglio evitare le  guide a distanza perché  il rischio aumenta. Meglio soli che mal accompagnati.

Nella coscienza comune, è un dovere rispettare la biografia, la storia,

di chi sperimenta di chi in un momento debole ha bisogno di qualche supporto.

Consigliare sull’agire è una responsabilità illimitata, esponenziale, con relative conseguenze. In questo memento più di altre volte attenzione a non dipendere da nessuno se non al buon cuore personale.

Il corona virus ha dato differenti manifestazioni

Smascherato attraverso i social chi ha evaso  le regole, perchè il proibito attrae.

La felicità, la beatitudine dipendono quindi dal proprio pensiero, altrimenti contrariamente…non è cosa nostra…

Le fonti di riferimento sono riscontrabili anche nell’analisi esperenziale.

Praticamente potremo dire che: E’un lavoro da esperti.

Iniziamo allora dalla proposta “che tutto ciò che può far bene può allo stesso tempo far male”…. Tutto e il contrario di tutto. (Elasticità cerebrale).

Perché tutto Dipende dal modo in cui valutiamo le cose, 

e dalle nostre memorie ( parasimpatico ).

Questo è il filtro rivelatore ( nervo vago)

Quando viene utilizzato correttamente, significa semplicemente “quello che serve ora”.

La valutazione che spontaneamente facciamo, spesso è sbilanciata contemporaneamente sia dal Giudizio che dai ricordi.

Inutile affidarsi ad un Risolutore, professionisti di alta formazione esclusi ( perchè

Nessuno ci conosce come ci conosciamo, e noi ci conosciamo? 

Spesso i pensieri e le azioni ci distraggono volontariamente, perché è più facile fare che stare fermi, talvolta facciamo pure influenzare.

Il discorso identitario attraversa tutta l’umanità, 

tutti i laboratori e continuerà all’infinito.

Stare con noi, da soli, in silenzio, è un’opportunità per trasformare 

Tutto quello che riusciamo con Amore.

I condizionamenti, gli altri, i manipolatori scompaiono davanti al nostro equilibrio

Le nostre idee, hanno un valore inestimabile, sono Intime, quindi vanno protette.

Fidarsi è bene non fidarsi è meglio.

Per esempio:

Quando ci piace un abito non è detto che ci stia bene addosso…dipende

Alcuni modelli sono taglia unica, sono capi ricercati, 

Fortunatamente c’è ancora qualcuno che si veste di Gentilezza.

Quando doniamo senza aspettative, cioè quando il risultato del nostro gesto

non dipende dalla reazione del ricevente, ma si ferma semplicemente nel Piacere di donare, allora è un Dono Reale, altrimenti attenzione è interesse mascherato, di convenienza. 

Interessiamoci del nostro riposo, per essere altrettanto gentili, con noi,

Silenziamo i pensieri, sostituiamoli con la fantasia, con colori o pensieri legati alla natura, quello che ci offre ogni istante, l’idea è che chiodo scaccia chiodo, quindi è un modo efficace per allontanare i pensieri che altrimenti ci disturbano..

Siamo grati per quello che abbiamo oppure non abbiamo fatto 

perchè ci vuol coraggio a non far niente.

La noia arriva in assenza di idee……ne consegue che  senza pensieri ci si annoia, addormenta.

Il misterioso segreto stà nel saper Trasformare i pensieri, diciamo ammorbidendoli, fino a dissolverli, cancellarli.

Abbandonare tutti pesi, strutturali e emozionali. 

Ogni giorno è vissuto diversamente e nessuno meglio di noi ci conosce.

Perchè la quantità,  nell’ esercizio, nel cibo, nel respiro, 

nel movimento personale e nel sonno, varia in base alla condotta della giornata.

Per concludere quando cambiano le abitudini, cambiano anche i bisogni.

Il sonno rigenera dalla stanchezza, ne consegue che riducendo le attività motorie, diminuisce anche il bisogno di mangiare e di riposarsi, per esempio.

Di necessità virtù

questo argomento sull’insonnia che ho deciso di scrivere dopo aver letto questo mal comune deriva da un’esperienza che vi accenno brevemente

Un’argomento vissuto tra lenzuola e generazioni.

Dalle notti di Insonnia per Amore

Alle sveglie dei neonati

All’Ignoranza dei vicini, mancanza di Rispetto.

Agli imprevisti

Ai sensi di colpa.

Il sonno và rispettato, sia il nostro che quello degli altri.

Finché non proviamo sulla nostra pelle, non possiamo scoprirlo.

La Privazione del sonno, provoca gravi problemi fisici e mentali.

Disturbare il sonno, cioè non rispettare il buon senso, il rispetto del silenzio altrui

appartiene anche alle pene descritte dal codice civile,  con determinati orari da  rispettare per esempio.

Siccome è inutile pretendere Rispetto da chi Rispetto non ne possiede,

in questi casi deficenti, diciamo che quando l’ignoranza non conosce eguaglianza… 

l’unica via di salvezza è trasformare la nostra reazione.

Inutile tormentarsi con la solita colpa per la mancanza di rispetto, 

il buon senso dipende solo dal cuore.

Quando pensiamo che gli altri non ci rispettano, il cambiamento d’opinione diviene in un cambiamento di ruolo, questo compito è un messaggio per noi, 

è una nostra responsabilità il farsi o non farsi rispettare.

Significa sempre Trasformare le nostre abitudini.

Finché non proviamo sulla nostra pelle non possiamo scoprirlo.

Amore verso noi stessi,  è isolarsi dagli stimoli esterni, questo è Yoga.

Fermare La fluttuazione dei vortici della mente, 

e poiché la mente è parte del corpo, per fermarla bisogna fermarsi anche rispetto i movimenti, perchè contribuiscono allo sbilanciamento. 

La purezza di 

Un pensiero che si trasforma e  si risolve nel termine, nell’ atmosfera della Beatitudine.

Freud disse: il sogno è un appagamento mascherato di un desiderio.

Da questa espressione utilizziamo quello che serve… ora.

Appagamento, e quindi perché aspettare un sogno, un complimento o comunque desiderare qualcosa? Quel tipo di percorso, porta a notti insonni.

A questo punto ci sono diverse strategie per risolvere le domande, iniziando dal Soddisfare i bisogni oppure imparare a gestirli.

Un’idea è Considerare ciò che abbiamo tralasciando le carenze e 

coccolarci,  significa in questo caso riuscire ad apprezzare

anche le nostre debolezze e i nostri errori che sono i migliori Insegnanti.

Siamo tutti capaci di sbagliare da soli.

Talvolta la solitudine ci spaventa il buio ancor di più.

Osservando da un’altra prospettiva, il buio e l’ombra si risolvono semplicemente con la conoscenza.

L’ombra è una zona refrigerante, per rinfrescare il calore delle emozioni forti 

Per esempio come la passione, la rabbia, la fame e la sete.

Correlativo, al calore c’è il sentimento d’amore, emozionalmente parlando, cioè  al calore necessario per riscaldare le freddure che attraversiamo.

Questo succede a causa delle Aspettative che spesso abbiamo.

Gli attaccanti alle nostre convinzioni, le abitudini

ci legano a schemi comportamentali ripetitivi, incontrollabili, inconsci.

Cambiare le abitudini ci cambia di conseguenza la vita.

In questo momento di comunicazione a distanza Isoliamo il covid-19

Abbiamo l’occasione e il tempo di utilizzare le tecnologie.

In questo canale,Siamo ancor più responsabili delle Parole…che esprimiamo scrivendo sono spesso fraintese.

Per questo la maggior parte di lettori, non commenta 

a meno che non sia una sfumatura, capace di alterare il proprio modo di stare.

Dipende dalla propria capacità, quella  del saper sentire l’ intelligenza emotiva.

Appartiene alla ristretta categoria di chi vede oltre.

Oltre le apparenze, cioè chi sa’ ascoltare. 

I soliti ritmi,  giustificano il fatto di dimenticare alcune cose fondamentali che non sono cose ma fondamenta  per raggiungere la nostra Beatitudine.

Potremo dire che la Beatitudine è un’attituddine alla purezza. Incondizionatamente.

Liberare, scolorire, sgretolare le zavorre, i macigni costruiti nella mente.

Ricominciare da zero, de costruire per migliorare.

Dormire dipende dunque solo dal nostro modo di Essere.

Considerazioni da rivedere:

Immergiamoci nella notte con un atteggiamento possibilmente narcisistico

Nel caso durante la giornata sia emerso. Ammiriamoci, tiriamo in ballo il lato estetico e pratico, sentiamoci.

Osservando il cielo notiamo per esempio che le e stelle brillano al buio.

Un respiro circolare e l’ascolto peculiare del nostro essere è un viaggio meraviglioso, dipende da noi come viverlo.

Bisogna considerare che il nostro modo di respirare, 

ci ha messo molti anni per arrivare ad essere così.

Per questo motivo ci vuole molta pazienza prima di pensare di cambiarlo.

Pazienza tradotto asiaticamente sono tempi lunghissimi … 

anni di “prova esplorativa” sugli effetti di determinate Pratiche, 

su se stessi, prima di approfittare della fiducia di qualche mal capitato.

Indispensabile per questo tipo di percorso e quello di abbandonare la fretta e anche l’entusiasmo.

Ascoltarsi è il significato di non fare.

Quindi Evadere i pensieri e tutti gli stimoli che li producono.

Mettiamo a lavare i panni sporchi… i pensieri estranei per esempio

Gli altri, la loro opinione.

Una proiezione di noi, accettiamone le diversità come riflessione su qualche caratteristica e  sul perché ci provoca determinate emozioni, reazioni  e rispettivi pensieri.

Cambiare se’ stessi è faticosissimo e ne consegue che per aiutare gli altri bisogna rinunciare a qualcosa.

Qui si cela l’origine dell’aridità, l’avarizia negli oggetti nei sentimenti nelle emozioni e quindi nelle reazioni.

Le pretese sono inutili perchè creano conflitti, tensioni 

mentre e i piccoli gesti gentili, le parole, i ringraziamenti ci arricchiscono.

Scoprire il piacere di donare un fiore, una parola, 

perchè arricchire gli altri con un sorriso è altrettanta Beatitudine, come vedete si trova in tanti frangenti.

Il coraggio di Amare.

Analisi sull’uso del verbo Volere e Fare….

Quell’Amore che vogliamo è quello che va’ donato

Nelle preghiere:“Fai agli altri ciò che vorresti fosse fatto a te”.

Dai a te, quello che ti aspetti dagli altri

Ricorda chi troppo vuole nulla stringe.

Il Potere delle parole può essere correlativamente un dono o un danno.

Elementare è l’analisi sulla frase corrente: “andrà tutto bene” 

parla di un’illusione, una proiezione futura, sconosciuta.

Va’ tutto bene. Già meglio ma il bene è come l’Amore si fà non si dice.

Cos’è il bene? Colui che si equilibria con il male, sono coesistenti ( bianco-nero)

Per concludere bene è ciò che si fa’ perché lo si sente

…Per il Male è la stessa cosa.

Poi c’è anche il caso eccezionale, cioè  chi non sente entrambi, si tratta di una scelta, anestetizzarsi alle emozioni per paura di soffrire, perché anche i silenzi hanno un suo rumore.

Per questo delicatissimo motivo evado da esporre 

interessanti pratiche di Pranayama ( snaturate commercialmente) poiché l’ascolto tecnologico in questo caso, impedisce la connessione sensibile necessaria alla sicurezza nell’uso di un metodo di cui ne và preservata la sua Antica Tradizione.

Il valore delle Persone sta nel Rispetto, e qui c’è qualche domanda da porsi.

Dare, significa essere , avere capacità. Ri-uscire.

Riuscire a Rinunciare. 

In questo momento per esempio rinunciare è un azione indispensabile per isolare il pericolo che ci attraversa.

Come al solito ci sono varie sfumature dal caso, 

Uscire o compiere qualsiasi azione anche la più semplice è un segnale di assenza di rispetto civile.

Già la casa è un ambiente dove esistono gli incidenti domestici

e in concordanza con l’esempio casa, gli hobby, gli sport, mettono a prova la nostra pazienza.

Menziono i Piccoli incidenti, come un piccolo esempio, perchè sappiamo comunemente che esistono gli imprevisti.

Ne consegue che Evitare comportamenti pericolosi, insospettabili come

correre, è pericoloso, e lo è perchè ogni tanto capita che s’inciampi…. in un fiore.

Praticamente bisogna stare lontani dagli ospedali.

C’è già qualcuno, che ha bisogno più di noi.

Amore significa considerare le conseguenze dei nostri comportamenti

significa rinunciare per proteggere i più deboli.

Il rispetto come sempre.

Uscire è da Irresponsabili. 

Un nuovo virus per capire la Regalità dell’isolamento

Kaivalya, significa discernere dai condizionamenti.

Trovare il tempo d’Amare e d’amarsi Incondizionatamente.

Sappiamo che  Il tempo mette apposto tutte le cose

Ogni Re Regina sul suo Trono

Ogni pagliaccio al suo circo.

IMG_2964

Questo è un’invito a dormire con i propri sogni Beatamente,

Questo era l’obbiettivo, ri-uscire a fermarsi.

Grazie per aver letto fino a qui concludo e chiudo con qualche esempio per chi ha ancora

Voglia di sorridere un po’ …a proposito di ammorbidire i pensieri…ultimi esempi:

Il pensiero influenza:” chi ha detto che svegliarsi all’alba sia sbagliato?”

Talvolta è una Sveglia obbligatoria, nel caso dei bimbi…ricordiamoci che lo saranno per poco e quindi è un’occasione in più, per stare insieme.

Il suono di un branco di elefanti che attraversa le pareti della nostra stanza, sveglia tutti i santi ….però una purificazione dei pensieri, il perdono in questo caso è la soluzione più efficace, perchè semplicemente non sanno quello che fanno, cioè privazione del sonno, danneggiano la salute altrui.

Rimediamo con qualche respirazione, e  siamo pronti per inventarci la giornata.

Stà alla nostra fantasia scegliere se colorarla o farsi oscurare dagli altri.

Discutere del caso con i responsabili può rivelarsi anche pericoloso.

Non svegliar can che dorme l’abbiamo già sentita. L’aggressività fà perdere il controllo e soprattutto il buon senso.

Fortunatamente ci sono un sacco di attività alternative per distrarsi dal torto subito.

Utilizzare l’ Intelligenza emotiva per comprendere una strana caratteristica “l’incapacità”.

Tradotto semplicemente è esattamente a tema la metafora …Come parlare con i muri…

Attenzione quindi sia alle nostre reazioni e considerare anche le deficienze altrui..

Mettiamoci il cuore in pace.

L’importane è allontanare tutti i pensieri le persone e gli ambienti nocivi e saperli riconoscere.

Rispettiamo il mondo e dormiamoci sopra sereni

perchè la notte porta consiglio, e il miglior consiglio è …esattamente in Te.

Prova…fai una domanda…

Tira in alto una monetizza e prima che cada avrai la risposta che cercavi…

Buona notte.

DormiAmo

P.S. la nonna disse: “Aprile dolce dormire” e dormire è Stare da soli ma con la persona più importante, quella che ci segue dall’inizio alla fine, Noi, sei stessi.

Buon Tutto

Sogna forte….

IMG_2966

Di necessità virtù inizia la carriera nel mondo dell’Estetica e del benessere all’ Istituto professionale d’Estetica (Genas) con svariete specializzazioni nel settore olistico.
 Nel 1990 il Primo viaggio alla scoperta idell'India Yoga e Ayurveda, vita in Ashram Meditazione e Panchakarma Trivandrum Kerala India del Sud Accademia di Discipline Orientali a Padova (Ranalli). India centrale Goa Ayurveda e Yoga MarmaPoint Goa, ritiro in Ashram HATHA YOGA con Gian Domenico Vincenzi
 Treviso 2009/12 Formazione Insegnanti di Hatha Yoga, Red Gfu, Yug Yoga Yoghismo: Anatomia e Fisiologia, tematiche legate allo yoga, la meditazione con approfondimento di testi antichi di riferimento.
Diploma insegnante di Hatha Yoga 2012 Yug Yoga Yoghismo Area delle discipline orientali,UISP
 Pratica d’Insegnamento dal 2009 Esperienze lavorative, centri benessere, Aziende, palestre ( Eventi, Seminari) etc. (consultabili in altre sedi). Scuola dell’infanzia Cristo Rè Scuole primarie ( I.Fanna) Istituto Carbonera, altre scuole primarie Esperienze di volontariato con Lega del Latte, Watsu per ragazze della comunità di Conegliano 2007/8 Mamma, yoga pre, post parto, massaggio del bambinodelle Mamme dai Papà. Vinyasa yoga Intensive in Thailandia MASTER IN YOGA STUDIES 2018 Cà Foscari Venezia Corpo e Meditazione nella tradizione Asiatica. Cultrice e tecnica specializzata di yoga con elevate competenze teoriche e pratiche, esperta nella divulgazione e valorizzazione della disciplina; 
 Esperta di teorie e pratiche yoga in grado di applicare le conoscenze acquisite in quanto consulente per le professioni mediche e fisioterapiche, con riferimento alle medicine alternative; 
 Consulente filosofica specializzata nelle teorie e pratiche yoga e nella loro implementazione in Occidente, anche in rapporto alle diverse scuole psicanalitiche e alle scienze cognitive; 
 Operatrice nel settore della commercializzazione e valorizzazione economica dei beni simbolici riferiti all’offerta delle pratiche e simbologie yoga in Occidente; 
 Organizzatrice di eventi culturali connessi allo yoga e, più in generale, alle tradizioni spirituali dell’Asia negli ambiti filosofico- religioso, artistico-visuale e medico-scientifico. Direttore Federico Squarcini con Equipe Imparagonabile, Unica.
 Nepal Accademi in Kathmandu Techer Training Formazione continua con Antonio Nuzzo Willy Van Lysebeth Socia ordinaria Y.A.N.I Associazione Nazionale Insegnanti Nuove Ricerche Contemporanee THE HAṬHA YOGA PROJECT James Mallinson Mark Singleton’s Jason Birch Daniela Bevilacqua LETTERATURA e LINGUA SANSCRITA Università Cà Foscari Antonio Rigopoulos Ricercatrice…. Yoga dalle origini,letteratura Strumenti per praticare Atmosfere yoga, ambienti Praticanti Yoga Maestri Yoga Una raccolta di Ricordi Splendenti. Esperienze per il Cambiamento..... Grazie per la Codivisione

Leave a Comment:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: