a

Mi chiamo Maura Gottardo, in arte Maura Yoga, gli articoli sono dedicati alle curiosità e alle persone di valore, attraverso canali sensibili quali lo Yoga, HandPan, cavità tibetane e divertimento, Ti aspettiamo [email protected]

Yoga Point Maura Yoga

https://www.facebook.com/groups/yogapoint/?ref=group_header

Blog

PromArte Borgo gallery Roma Maura Gottardo Maura Yoga Punto Nave

TRANSIZIONI, Punto Nave

Per meglio comprendere il significato e limpegno nell’ eseguire quest’opera condivido alcuni passi tratti da un interessantissimo libro di 

Peter Sloterdijk:

“L’arte delle arti, secondo i grandi ciarlatani, consiste da sempre nel distillare quell’unico mezzo, la panacea, l’ominiagente, non importa se in ampolle di tipo fisico o morale. La distillazione produce di norma una sostanza semplice, un elemento ultimo ovvero un’azione elementare e un’operazione finale. Chi la possiede o la sà produrre ha e può tutto”.

In realtà, la liquidazione della storia dell’arte in favore di una storia generale dell’immagine non è all’ordine del giorno, altrimenti fotocopiare in massa tutto quanto costituirebbe il culmine della storia dei prodotti figurativi. Ciò che andrebbe collocato in piena luce è l’alleanza storica tra arte e ascesi. La pittura iconica può fornire il plausibile punto di partenza per una grande narrazione delle processioni compiute dalle energie figurative attraverso le epoche, non tanto perché questa narrazione dovrebbe essere impostata con una forma di iconicità non artistica, ma perché l’icona incarna l’opera esemplare dell’ascesi: quindi l’arte è scesi applicata e la grande ascesi e talvolta grande arte. 

Dinnanzi all’immagine sacra non solo si prega, e si medita dimentichi di sé, ma l’atto pittorico da cui quell’immagine sorge è, a sua volta, una delle forme più raccolte di preghiera, meditazione e spersonalizzazione…

….“l’arte a dispetto della sua autoreferenzialità, È l’attività più seria e più disinteressata di tutte”.Gli artisti hanno rilevato, a modo loro un segreto serbato da artigiani e creatori secondo il quale è la cosa l’anima del suo autore, solamente si ascolta in continuazione le voci provenienti dal materiale.

Oggi siamo nel recupero quotidiano di una coscienza nella prassi artistica e corporea moderna.

Diffondere il Politematismo costituisce la vera missione affidata all’arte della prospettiva.

Questa riflessione introduce il sgnificato divino di un’Opera.

Partendo da un punto, più punti, una linea, una Forma , un Modo nel Mondo.

Il cerchio si chiude, il cerchio unisce, separa

La Verticalità della Nave, che viene raddrizzata con la forza del soffio…

nel vortice ….la diagonale a tracciare la Transazione, il Cambiamento.

…..Vedere le cose in modo prospettico, infatti, significa attribuire al mondo una terza dimensione, la profondità chi con essa l’onore di poter essere contemplato.

Una Visione a 360 gradi.

….Goethe:” E non vè tempo o potere che mandi in pezzi una forma plasmata che evolva vivendo”.

In sintonia con il tema dell’Opera, Il Titolo della prossima Mostra,

“TRANSIZIONI”

Dove s’incontrano artisti e sensazioni Incredibili, 

Equilibrio Armonico di “Espressioni d’Arte”.

Per questa occasione una Nuova Sinfonia che nasce come ogni volta dalle vibazioni di tutti i coloi che ci circondano.

Magiche Note del Disco Armonico HandPan, un cerchio, per Ritrovare la Propria Musica.

Per gli Appassionati di approffondimenti segue una ricerca….

“Transizioni” il titolo della prossima Galleria, dall’encliclopedia Treccani :

transizióne s. f. [dal lat. transitio -onis, der. di transire «passare»]. – 

1.Passaggio da un modo di essere o di vita a un altro, da una condizione o situazione a una nuova e diversa; essere, trovarsi in un periodo di t.; gli anni di t. tra l’adolescenza e l’età adulta; in senso ampio, con riferimento alla storia e all’evoluzione umana e sociale, e alle loro manifestazioni, età o periodo di t., periodo che segna il passaggio da una civiltà a un’altra, durante il quale si maturano nuove forme sociali e di costume, nuove concezioni e produzioni culturali, letterarie, artistiche: l’età di t. tra il Medioevo e il Rinascimento; l’inquietudine spirituale che caratterizza le epoche di transizione; zone, aree di t., per es., quelle intermedie tra regioni finitime, in cui perciò si incontrano e sono presenti, con influenze reciproche, forme di vita e di lingua diverse. In politica, governo di t., governo provvisorio, di durata limitata e per lo più predeterminata. b. Più genericam., in un processo qualsiasi, si considera e denomina fase di t. una fase intermedia del processo, nella quale si altera la condizione, per lo più di approssimativo equilibrio, che si aveva nella fase iniziale, e che dà luogo poi a una nuova condizione di equilibrio. 2. In musica, come sinon. di passaggio, modulazione improvvisa, che avviene fra tonalità lontane senza passaggi intermedî. 3. In fisica, genericam., il passaggio di un sistema da uno stato a un altro, in genere con scambio di energia con altri sistemi. In partic., in un sistema termodinamico, t. di fase, ogni trasformazione durante la quale cambi la fase o il numero delle fasi del sistema stesso (con riferimento agli stati solido, liquido e gassoso di una determinata sostanza, sono dette piuttosto passaggi di stato). Le transizioni di fase sono dette anche t. ordine-disordine, perché il sistema passa da uno stato ordinato a uno stato disordinato e viceversa (basti pensare alla fusione di un solido cristallino), in partic., quando il sistema viene a trovarsi nel punto critico (v. punto2, n. 8), si annulla un parametro caratteristico del sistema (detto «parametro d’ordine») che esprime il grado di coordinamento tra le sue parti (sono transizioni di questo tipo la perdita di magnetizzazione di un materiale ferromagnetico quando si supera la temperatura di Curie, il passaggio dal regime laminare al regime turbolento in un fluido in moto quando il fluido supera una certa velocità, ecc.). In meccanica quantistica, il passaggio di un sistema (un atomo, una molecola, un nucleo, ecc.) da uno all’altro dei suoi stati quantici; probabilità di t., la probabilità che avvenga una data transizione da uno stato iniziale a uno stato finale. Più in generale, nelle teorie dei processi stocastici, per un sistema soggetto a processi aleatorî che possa trovarsi in un insieme (finito o numerabile) di stati, è detta matrice di t. la matrice quadrata (di ordine uguale al numero di stati, e quindi eventualmente infinito) nella quale vengono ordinate tutte le probabilità di transizione da uno all’altro dei possibili stati del sistema. Ma ne ritroviamo anche In geofisica,In chimica,In metallurgia,In istologia,In biologia molecolare.

Il “sogno” arriva, quando FinalMente si Naviga sull’oceano delle Emozioni. 

Nel Silenzio della Mente …la Magia.

“Punto Nave” è il Mezzo per arrivare dove ti porta il Cuore.

Il Punto è Il Nome, la Presenza.

Nominare è rendere Vivo, è un grande Gesto d’Amore,

Per questo il concorso “Trova il Nome”.

Per darsi un’occasone e Vincere.

Pensato agli Amici, per invitarli a Ritrovarsi, a Sognare.

Un’Opera Inedita a chi Trova il Nome più Interessante, Emergente.

Scrivici e partecipa anche TU 

[email protected]

Prenditi cura di Te…

….Il mondo diventa tutto ciò che val la pena di essere mostrato.

Ogni opera rappresenta un vissuto, un metodo per
poter entrare in se stessi, riconoscersi…
Uno specchio dove poter ammirare la propria luce.
Leggere una Storia…
Un’occasione per ascoltare e ascoltarsi.
La Magia dei tratti e dei colori rivelano un messaggio.
Un lavoro impegnativo per chi esegue e chi vede…
Nominare un’opera è una grande responsabilità.
Un compito riservato.
Per questo ho deciso di coinvolgere i miei Amici per
Trovare il Nome di quest’opera.
Invito riservato ad una persona speciale,
Un’occasione, un’ attimo per ascoltare…
quello che si ha dentro…quello che vede fuori.
Il Nome assegnato sarà accompagnato da una
descrizione, esplicante il motivo della scelta.

Le opere di Maura Gottardo ( Maura Yoga) coinvolgono l'occhio dell'osservatore ma non solo, puntano dirette all’anima. La sua produzione artistica approfondisce i concetti di “Armonia, universalità, totalità” e per farlo, l'artista sceglie una figura di elezione, il cerchio. Grande protagonista del suo immaginario formale e simbolo primo di un tutto in cui converge l'Esistente, la figura circolare esprime una profonda connessione delle parti: non entità distinte, ma ramificazioni interconnesse. Suggerisce in questo modo l'idea di riscoprire quel tessuto connettivo che sottende e unisce ogni cosa, in una compartecipazione che, del resto, permette la vita. Questa visione olistica si manifesta anche nel caso di rappresentazioni di “genere” come le marine, i paesaggi marini tanto apprezzati dagli artisti nel corso dei secoli. Maura Gottardo riesce infatti a rivoluzionare l'orizzonte marino e racchiuderlo nella sua potenza centripeta e centrifuga di un cerchio, Un vortice in cui tutto è compreso e sprigionato, Come nel caso dell’opera PUNTO NAVE.

Partecipa anche tu, scrivi la tua idea [email protected]
VINCI un’OPERA INEDITA DEDICATA.
Concorso valido fino al 30 Agosto.
Un’esperta giuria assegnerà il premio a chi TROVA IL NOME….piu InteressanteTI AspettiAmo.

Mostra di Arte Contemporanea di Pittura, Scultura e Fotografia
“Transizioni”
Galleria Ess&rrE
Lungomare Duca degli Abruzzi, 84, loc. 876
00121 Roma (Lido di Ostia)
Vernissage: sabato 21 luglio ore 18.00
21/31 luglio 2018
“Sii come la fonte che trabocca e non come la cisterna che racchiude sempre la stessa acqua.”
Paulo Coelho

L’esposizione “Transizioni” a cura di PromArte nasce dalla volontà di provare a esplorare attraverso l’arte alcune
riflessioni e fratture che contraddistinguono il nostro tempo. Viviamo infatti in un’epoca caratterizzata da una
condizione di mutevolezza e di costante cambiamento, di velocità e tecnologie che superano le consuete dimensioni
spazio-temporali, di fenomeni migratori intensi e migrazioni dell’anima.
Cambiamo noi e cambiano le circostanze, continuamente, a volte gli eventi precipitano, altre volte invece evolvono, si
migliorano. Ciò che sembra rimanere costante in questo immenso scorrere è proprio una sensazione di passaggio, di
transizione che ci accompagna. Una sensazione che provoca malinconia ma allo stesso tempo favorisce l’incontro con
se stessi e con gli altri che, come noi, si trovano ad essere passeggeri della vita.
Questa marea senza fine che lima e smotta la sabbia dei nostri confini e li confonde con quelli degli altri, degli eventi,
delle circostanze, porta con sé domande sulla natura stessa della nostra identità e di quella di ciascuno di noi.

La collettiva si propone pertanto di intrecciare gli orizzonti poetici degli artisti selezionati, favorendo l’incontro tra i
diversi linguaggi, dalla pittura alla scultura, dall’installazione alla fotografia, con l’intenzione di cercare di suggerire uno
scenario di tematiche interconnesse che ruotano intorno all’idea di transizione. Il risultato è un viaggio tra modalità
diverse e modi differenti di rappresentare in linguaggio artistico la ricerca e la produzione si ognuno degli artisti
presenti in mostra.
La collettiva di arte contemporanea sarà aperta al pubblico dal 21 al 31 luglio 2018 e sarà ospitata dalla Galleria
Ess&rrE, cornice perfetta per accogliere “Transizioni”. Lo spazio espositivo si trova infatti presso il Porto Turistico di
Roma, luogo per eccellenza di passaggi, ritorni e dipartite, incontri e addii, spazio di transizioni e soglia verso un
altrove. La mostra sarà presentata dalla Dott.ssa Francesca Bogliolo, critico d’arte e autrice di importanti
pubblicazioni.

Artisti: Claudio BARBUGLI, Giulio BELLONI, Fiorenzo BERTIN, Caterina CALDORA, Stefano Lorenzo CAVANE’,
Paola CECI, Elisabetta CIALLI, Angelo COLANGELO, Danilo CORSETTI, Federico DE ANGELIS, Stefano
DEQUARTI, Veronica DIQUATTRO, Gennaro FALCONE, Giusy Cristina FERRANTE, Ilario FIORAVANTI, Giacomo
FRIGO, Marzia GIACOBBE, Maura GOTTARDO, Filippo IMBRIGHI, Beata MAKOWSKA, Giuseppe MUCCI, Silvano
OTTAVIANI, Francesca RIGGI, Rosalba SANTACROCE, Vincenzo SENONER, Giovanni TRIMANI.
Mostra: “Transizioni”
Presentazione critica: Dott.ssa Francesca Bogliolo, critico d’arte
Spazio espositivo: Galleria Ess&rrE, Lungomare Duca degli Abruzzi, 84 -00121 Roma (Lido di Ostia)
Porto turistico di Roma (loc. 876)
Vernissage: sabato 21 luglio 2018 ore 18.00
Durata: 21/31 luglio 2018
Ingresso gratuito
Orari: lun-ven: 10.00 – 13.00 : 17.00 – 20.00 ; sab-dom: 10.30 – 13.00 : 18.00 – 23.00
Organizzato da: PromArte | [email protected] | www.promarte.it | T. +39 06 64833225 | Facebook | Instagram

 

RASSEGNA STAMPA al 10-06-18

Mostra di Arte contemporanea ARTE LIBERA TUTTI 22 giugno – 2 luglio 2018

Arte Borgo Gallery Borgo Vittorio, 25 – 00193 ROMA a cura di PromArte | www.promarte.it

  1. http://www.promarte.it/evento/arte-libera-tutti/
  2. https://www.instagram.com/promarte.it/
  3. https://www.facebook.com/events/1780197555352015/
  4. https://plus.google.com/u/0/collection/sEckMF
  5. http://www.melobox.it/arte-libera-tutti-arte-borgo-gallery-roma/
  6. http://www.rivistasegno.eu/events/arte-libera-tutti/
  7. https://whatsout.it/event/arte-libera-tutti/
  8. https://www.evensi.it/arte-libera-borgo-gallery/259319565?utm_source=Event+created&utm_medium=email&utm_campaign=Event+promotion
  9. https://www.fermataspettacolo.it/eventi/arte-libera-tutti
  10. https://www.lobodilattice.com/art/mostre-eventi/arte-libera-tutti
  11. https://www.oggiroma.it/eventi/gallerie/arte-libera-tutti/39537/
  12. http://www.datedarte.it/events/arte-libera-tutti/
  13. http://www.eventiblog.it/promarte-ideazione-e-organizzazione-eventi-artistici-4293993191.htm
  14. http://www.addarte.it/Y/cv/index.php?r=event/view&id=20598
  15. http://www.ioarte.org/eventi/Mostre/Arte-libera-tutti/
  16. https://www.gigarte.com/promartepressoffice/news/19242/arte-libera-tutti.html
  17. http://www.murmurofart.com/testo-3.asp?Progr=31494

sono un messaggio di testo. Fai clic sul pulsante modifica per modificare questo testo.</p

 

Mostra di Arte Contemporanea di Pittura, Scultura e Fotografia

“Arte libera tutti”

Arte Borgo Gallery

Borgo Vittorio, 25 – 00193 Roma

22 giugno – 2 luglio 2018

Vernissage: venerdì 22 giugno ore 17.30

“Nell’uomo autentico si nasconde un bambino: che vuole giocare.”

Friedrich Nietzsche

“Arte libera tutti” è il titolo della nuova collettiva di arte contemporanea promossa da PromArte che si terrà presso Arte Borgo Gallery a Roma, dal 22 giugno al 2 luglio 2018. Una mostra dedicata agli aspetti più liberi e ludici dell’arte, alla riscoperta del bambino, del fanciullo che è in noi.

Lo scrittore e sociologo francese Roger Caillois diceva che nel gioco si ritrovano le caratteristiche di libertà regolata, incertezza, improduttività, il tutto collocato in una dimensione fittizia. Caratteristiche che, a guardare attentamente, vestono molto bene anche il corpo meraviglioso e mutevole dell’attività artistica. Con la mostra “Arte libera tutti” PromArte vuole infatti, suggerire una forte affinità tra ciò che riguarda il ludico e quanto concerne invece la produzione artistica e creativa. Entrambi i territori sono percorsi tra l’altro da un brivido che si ricollega alla natura fortemente casuale che contraddistingue molte produzioni artistiche.

La casualità, l’azzardo si trovano del resto sia nel momento della realizzazione sia nei passaggi successivi, in cui l’opera esiste a tutti gli effetti nella sua concretezza. È in questa fase che entra in gioco una casualità ricettiva dell’opera d’arte, che, probabilmente, è ciò che permette la stratificazione semantica e interpretativa. 

Le opere selezionate spazieranno tra i linguaggi artistici, dalla pittura, alla scultura, dall’installazione alla fotografia, e favoriranno la gemmazione dei significati e la riscoperta di una dimensione fanciulla del sé. Saranno inoltre oggetto di una presentazione critica da parte del Dott. Giorgio Vulcano, in occasione dell’inaugurazione, venerdì 22 giugno alle ore 17:30, 

Il pubblico sarà in questo modo chiamato a confrontarsi con le opere in mostra, giocando con ciò che si trova di fronte agli occhi, azzardando uno spostamento laterale rispetto ai preconcetti e alle idee salde e ancorate, per ritrovarsi in uno spazio tutto da esplorare. 

Artisti: Imelda BASSANELLO, Giulio BELLONI, Serafino BOTTICELLI, Caterina CALDORA, Stefano Lorenzo CAVANE’, Elisabetta CIALLI, Angelo COLANGELO, Angelo CONTE, Danilo CORSETTI, Italo Tancredi DURANTI “DUDU”, Giusy Cristina FERRANTE, Ilario FIORAVANTI, Maura GOTTARDO, Carlo GUIDETTI, Angela KELLER, Maristella LARICCHIA, Fulvia LATINI, Federica MARIN, Walter MARIN, Enrica MAZZUCHIN, Giovanna OREGELIA, Silvano OTTAVIANI, Paolo REMONDINI, Sergio ROTA SPERTI, Celestina SALEMI, Claudio SECCIANI, Vincenzo SENONER, Sara SPOLVERINI, Josefina TEMIN, Giovanni TRIMANI.

Mostra: “Arte libera tutti”

Spazio espositivo: Arte Borgo Gallery, Borgo Vittorio, 25 – 00193 Roma 

Vernissage: venerdì 22 giugno ore 17.30

Presentazione critica: Dott. Giorgio Vulcano, critico e storico dell’arte.

Durata: 22 giugno – 2 luglio 2018

Ingresso gratuito

Orari: mar – ven: 11.00 – 19.00; sab: 10.00 – 13.00; lun: 15.00 – 19.00 (domenica chiuso)

Organizzato da: PromArte[email protected] | www.promarte.it | T. +39 06 64833225 |  FB | Instagram 

 

La serata del vernissage sarà ripresa dalle telecamere di Arte24 – il format televisivo al servizio della cultura e il servizio andrà in onda in 3 repliche su Rete Oro canale 18 digitale terrestre (Regione Lazio). 


Nel 1990 mi sono avvicinata alla "Cultura e Filosofia Orientale",
frequentando un' Accademia di Discipline Orientali a Padova (Ranalli).
 Il mio primo viaggio in India nel 1992 in Kerala dove ho incontrato il Guru ( Karunakaraguru). 
Da qui la mia passione per lo Yoga. 
Ho seguito varie scuole ( G.Domenico Vincenzi, Satya, GFU,et..) di formazione. 
Titolare di un Centro Estetico Ayurvedico per 10 anni.La Formazione x Insegnanti di yoga:
corso quadriennale che prevede basi di Anatomia e Fisiologia, Tematiche legate allo yoga, la Meditazione e approfondimento con temi di lettura di passi di testi antichi di riferimento.
Diploma rilasciato nel 2012:
Area delle discipline Orientali,firmato dal presidente UISP/CONI. 
Corso Yug Yoga Yoghismo. Sergio Geromel e Alberta Boccato. Eredi di Andrè Van Lysabeht. 
Seguo molti ritiri in Oriente (India e Thailandia).
 L'essere Madre di 3 figli mi ha donato la possibilità di approfondire tematiche riguardo la vita ( dalla Dolce Attesa allo yoga x i bambini).
 Nel mio cammino: Hatha Yoga, Ashtanga, Vinyasa, Meditazione, (Respiro) Pranayama. Yoga in Acqua, Sup Yoga, Watsu,Silk Yoga. Esperienza d’insegnamento anche con bambini,ragazzi,anziani. Opere di Volontariato. Consulente per la Lega del Latte. 
Felice di poter condividere le mie Esperienze durante i corsi, i seminari, gli eventi, Presenza.Tutti ne possano beneficiare. M'interesso di ARTE,Fotografia, Pittura. Accompagno il tutto con Note Magiche dell'Hand Pan (Hang) Antiche Campane Tibetane. Benvenuti. AUM.


Leave a Comment:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: